Bambole e bamboloni

Le bambine vedono nelle bambole un modello incontrastato di femminilità e di fertilità e le usano per fare tutti quei giochi che poi permetteranno loro di integrarsi in modelli culturali carichi di indici sociali, ruoli e valenze consumistiche. 
La bambola non sta sul piedistallo. Bisogna tenerla in mano, toccarla, parlarle e rispondere per lei- é un giocattolo che richiede da parte dei partecipanti interventi attivi, processi di identificazione, fantasie e teatralizzazione. 
Ci sono bambole meravigliosamente elaborate, ma le migliori sono quelle non troppo somiglianti ai modelli reali, quelle, per intenderci, non eccessivamente curate nei particolari. 
Il bambolone riempito di paglia dal nome suggestivo Pelele è un gioco molto antico che si fa facendo saltare un fantoccio su una coperta tenuta da quattro o più bambini. Il fantoccio di solito rappresenta una persona detestata e impopolare. là molto praticato dai bambini e dalle ragazze nei paesi di lingua spagnola con il significato particolare di esprimere risentimento nei confronti dell'arroganza maschile. Facendolo saltare si accennano canzoni o filastrocche scherzose che dicono: «Il pelele è volato. 
Cosa dobbiamo dargli ? Sugo di lumaca che procura coma”

Torna alla pagina giocattoli creativi

Torna alla “Pagina guida” di Scuola creativa