LA BICICLETTA

un mezzo di trasporto a nostra misura


Lo sappiamo quale giocattolo è al primo posto fra i preferiti dai bambini e dalle bambine italiane?
Eh sì, è proprio lei: la
bicicletta.


Ma la bicicletta, confidenzialmente “bici” non è solo un giocattolo. È un vero e proprio mezzo di locomozione “a nostra misura”, cioè adatto a noi bambini e bambine.Se poi lo confrontiamo con gli altri veicoli è lo strumento più efficiente per spostarsi per strada, soprattutto a piccole distanze.
Quali sono le doti della bicicletta?
Vediamole insieme.

E' maneggevole cioé con la bicicletta possiamo andare praticamente dappertutto e non c’è bisogno di grandi conoscenze per essere ben mantenuta e riparata.
• Consuma poche risorse, infatti non ha bisogno di carburanti, e, se ben costruita, la sua durata è di vari decenni.
Con un buon portapacchi può servire anche di carichi per il trasporto di carichi,
E' ecologica in quanto non emette nè gas di scarico nè rumori molesti. Per essere parcheggiata non occupa grandi spazi a differenza delle automobili che ormai hanno invaso tutte le piazze e le strade delle nostre città.
Contribuisce a migliorare la
salute della persona. La bicicletta infatti mantiene il nostro corpo in esercizio e quindi in buona salute
Contribuisce a creare un clima di pace nella città. Il rumore, l’inquinamento, il congestionamento del traffico, la scarsità di aree verdi e di luoghi di ricreazione, creano un clima di tensione e di aggressività nelle nostre città. La bicicletta riduce ed annulla tutto ciò.

È importante quindi usare la bicicletta

Possiamo e dovremmo utilizzarla il più possibile, per recarci a scuola, per spostarci nella città, per passeggiare con gli amici o in famiglia.
E poi possiamo
imparare ad usare la bicicletta per giocare (ad esempio le gimkane in bicicletta).
E perchè non proporre ai nostri insegnanti una
gita scolastica in bicicletta, alla ricerca dei posti nascosti a pochi chilometri dalla nostra scuola?
Per fare tutto ciò è necessario poter usare la bicicletta “senza pericolo”, soprattutto senza rischiare di essere investiti dai mezzi motorizzati.


Il nostro Comune cosa fa per la bicicletta?

È necessario e importate, perciò, che ne parliamo a scuola o con gli amici. E poi, magari, chiediamo un incontro col sindaco o con i responsabili comunali ai problemi del traffico. Portiamo in quegli incontri le nostre proposte! Chiediamo che siano fatti dei percorsi per sole biciclette, cioé le famose “piste ciclabili”.
Chiediamo di poter andare a scuola senza finire sotto un’automobile.


Alcuni altri suggerimenti
Impariamo l’arte di riparar la bicicletta, come ad esempio rattoppare una camera d’aria forata o il cambio del cerchione e del copertone.



Per far questo sarebbe bello far la conoscenza di un meccanico di biciclette e della sua bottega;

Alcune curiosità sulla bicicletta

• Leonardo da Vinci, che nel 1493 ne disegnò il primo bozzetto.

• Realizzata nel 1791 dal conte di Sivrac, la bicicletta viene perfezionata definitivamente nel 1899 dal costruttore inglese William Hume. Ma dopo poche decine di anni la bicicletta è stata soppiantata dall’automobile.



Link consigliati:


http://fiab-onlus.it/
(ovvero la federazione italiana
amici della bicicletta)




Ecoistituto delle Tecnologie Appropriate

una associazione per la ricerca e lo sviluppo delle tecnologie appropriate



Chi dice che non sia possibile la gita in bicicletta a scuola? Leggiamo qui >



Torna alla pagina didattica


Torna alla “Pagina guida” di Scuola creativa